Login  

   

REGISTRATI E PRENOTA UNA VISITA  

RICEVO A
- COTRONEI
- TORRETTA DI CRUCOLI
- ROCCA DI NETO
CHIAMA AL 339-2686306

Clicca qui


   

Fungo e Orecchio

Dettagli

Un fungo a metà e somiglia ad un orecchio umano. E’ stato scoperto che i funghi migliorano l’udito, essendo essi uno dei pochi alimenti che contengono vitamina D. Questa  particolare vitamina è importante per la salute delle ossa, anche per quelle piccole che trasmettono il suono al cervello.

Uva e Polmoni

Dettagli

I nostri polmoni sono costituiti da cunicoli sempre più piccoli di vie aeree che vanno infine a formare gli alveoli polmonari. Queste strutture, che assomigliano a grappoli d’uva, permettono il passaggio dell’ossigeno dai polmoni al flusso sanguigno. Una dieta ricca di frutta fresca, come l’uva, ha dimostrato di ridurre il rischio di cancro polmonare ed enfisema. I semi dell’uva contengono anche una sostanza chimica chiamata proanthocyanidine, che sembra ridurre la gravità dell’asma scatenato da allergia.

Carote

Dettagli

Carote: altro ortaggio, molto ricco di betacarotene, che è opportuno sia presente di tanto in tantonelle nostre insalate: la carota va consumata dopo averla sbucciata appena in superficie, ben lavata e mantenuta cruda, una o due volte la settimana. Il betacarotene, un importante antitumorale, e la fibra rendono la carota una verdura davvero preziosa. Teniamo comunque presente che, pur non calorica, la carota ha un valore glicemico un po’ alto. Il suo colore, così come il colore di ogni altro piatto, non fa mai promesse che poi non mantiene: infatti se è vero che la varietà, oltre alla qualità, è la base di una dieta sana, altrettanto vero è che il colore, specie per gli ortaggi, è una semplice ma efficace spia che ci consente di variare. Alterniamo dunque il rosso (pomodoro, peperoni) al verde (zucchine, piselli, spinaci, crucifere, erbe, di nuovo peperoni) al giallo-arancio (peperoni ancora, carote, zucca) al bianco (cipolle, aglio, porro) allo scuro (cipolle ancora, funghi, melanzane), e così via.

 

Cibo spazzatura, annulla la voglia di cibi sani

Dettagli

Le odierne scienze nutrizionali sostengono che un alimento integrale, con una forma o una struttura somiglianti a un organo corporeo o a una funzione fisiologica, è benefico per la persona che se ne nutre. La natura ci fornisce sorprendentemente  ciò di cui abbiamo bisogno al momento opportuno, ecco l’importanza di scegliere i cibi secondo la loro stagionalità. Per molti di noi non è cosi semplice visto che  siamo abituati ad avere a disposizione quasi tutta la frutta e tutta la verdura in tutti  i mesi dell’anno. Scegliere cibi di stagione, freschi e possibilmente biologici è un primo importante passo verso un riequilibrio della nostra alimentazione. Siamo bombardati ogni giorno dai mass media con pubblicità che spingono il consumatore ad acquistare prodotti raffinati e lavorati al posto di rivolgersi a produttori locali e scegliere alimenti biologici. Il risultato è la costante presenza di cibo pronto, processato, a basso costo, ad alto contenuto calorico e a basso contenuto nutrizionale. Cibi che conducono dritti alla strada dell’obesità. Più si mangia questo cibo spazzatura più si ingrassa. La possibilità di sviluppare malattie cardiache e altre, quali diabete, cancro e una miriade di altri disturbi cronici, aumenta vertiginosamente.

Vino rosso

Dettagli

Vino rosso: chi consuma alcool in maniera moderata denuncia un rischio di morte non senile (indipendentemente dalla causa) inferiore di circa il 25-30% rispetto agli astemi. Ma chi consuma alcool in maniera eccessiva ha un rischio di morte enormemente superiore. E poi c’è alcool e alcool: che differenza, ad esempio, tra molti superalcolici o determinati drink purtroppo tanto in voga anche tra i giovani, e il genuino, sano bicchiere di vino! Fino a 1 bicchiere al giorno per le donne e fino a 2 per gli uomini è la dose ideale  per assimilare polifenoli, flavonoidi e l’importantissimo resveratrolo, sostanza fortemente anticancerogena. Occhio, però: che sia almeno di discreta qualità; un vino che costa troppo poco deve farci rizzare le antenne.

 

Altri articoli...

  1. Agrumi
  2. Kiwi
  3. Mele
  4. Noci
   
© Studio Nutrizionale Mi Nutro Bene By Dott.ssa Daniela Scorpiniti